Sony chiude la sfilata di conferenze dell’E3 2016 e lo fa in grande stile: sulla carta dovrebbe mostrare un numero spropositato di giochi durante il suo evento, che si terrà alle ore 3:00 italiane del 14 giugno. Un numero talmente grosso che pensiamo che qualcosa verrà tagliato. Bene per noi che potremo goderci spaparanzati una nottata di fuochi d’artificio senza, però, scoprire di più sulla discussa PlayStation 4 Neo. Vediamo cosa possiamo aspettarci.

Niente PlayStation 4 Neo

Ps4 neo

Qualche giorno fa Andrew House ha ufficialmente confermato l’esistenza di PlayStation 4 Neo, una console pensata per un’utenza hardcore desiderosa di performance più elevate e di spingersi fino al 4K. La presentazione ufficiale dovrà, però, essere rimandata, dato che, sempre per bocca del CEO di Sony Interactive Entertainment, è stato riferito che la console non debutterà all’E3 2016. Una scelta sensata e per certi versi azzeccata: l’azienda giapponese non vuole dare troppa visibilità al nuovo hardware e soprattutto non vuole far percepire all’utenza che ci troviamo davanti ad un cambio generazionale. È quindi pensabile che l’evento di presentazione sarà meno pomposo, magari non si vedrà neanche ad una delle fiere ufficiali, ma non dovrebbe essere troppo lontano nel tempo.

For the Players: Horizon: Zero Dawn, The Last Guardian e Detroit: Become Human

È difficile scegliere i giochi più significativi tra una pletora di certezze e quasi certezze, tuttavia Horizon: Zero Dawn, The Last Guardian e Detroit: Become Human rappresentano al meglio la lineup di Sony, che vuole spingere sulla varietà e sulle nuove proprietà intellettuali.
Horizon: Zero Dawn è stato rimandato al 2017, tuttavia il gioco di Guerrilla ci ha da sempre attirato fin dall’annuncio. Il trailer di qualche giorno fa ci fa sperare in qualche sequenza di giocato, magari tra le rovine delle città abbandonate e contro avversari umani. Servirebbe, insomma, qualcosa che ci facesse percepire l’effettiva vastità del mondo di gioco e le libertà offerte dal gameplay il quale, fino ad ora, è stato mostrato col contagocce.
Dopo la sua assenza alla gamescom, The Last Guardian è tenuto a riproporre le ottime sensazioni di un anno fa, almeno per evitare che ricada nell’oblio. Sicuramente Sony ha imparato la lezione e proietterà Trico in tutto il suo ferino splendore sul palco della sua conferenza. E noi non vediamo già l’ora.
Come terzo punto fermo della line up PlayStation 4 c’è Detroit: Become Human, ennesimo titolo di David Cage e Quantic Dream, padri di Heavy Rain e Beyond: Two Souls. Il tema trattato da Detroit è forse uno tra i più profondi mai affrontati dalla software house parigina: si parla di Kara, una ginoide tenuta in vita da una scintilla di umanità e che, rispetto ai suoi colleghi sintetici, è in grado di provare emozioni. Ovviamente il gioco sarà incentrato sulla narrativa, quindi difficilmente vedremo del giocato, ma a noi basta scoprire di più sulla caratterizzazione della città di Detroit e della protagonista.
I giochi verranno mostrati non saranno, chiaramente, solo questi. Vedremo sicuramente anche qualcosa in più del nuovo Gran Turismo Sport, ci sarà l’espansione di Destiny: I Signori del Ferro, magari Bungie annuncerà anche qualche contenuto esclusivo per gli utenti Sony. Quasi certa la presenza di Call of Duty: Infinite Warfare, sicuramente assisteremo ad alcune sequenze di giocato e, come per “I Signori del Ferro” , verrà annunciata qualche promozione legata a PlayStation 4 (Jon Snow alias Kit Harington salirà sul palco?), infine metteremo gli occhi anche sul promettente Ni-Oh. Immancabile la corposa lineup dedicata a PlayStation VR, possibile anche l’annuncio di qualche nuovo titolo per la realtà virtuale.

La marea blu

God of war

Non finisce qua, la conferenza Sony sarà sicuramente piena di altri giochi, alcuni intrisi di mistero altri molto probabili. Non ci sarà Shenmue III (anche se pochi giorni fa si pensava fosse stato confermato), in compenso è quasi certo che verrà annunciato God of War 4 (anche su PlayStation 4 Neo?). Il protagonista non dovrebbe essere più Kratos, anche se probabilmente sarà presente come personaggio secondario, si cambia anche location: l’ambientazione dovrebbe essere nordica. C’è anche la possibilità che non compaia il quattro dopo il nome, simboleggiando una sorta di rinascita per la serie. Dovrebbe esserci anche la nuova proprietà intellettuale di Sony Bend, secondo le voci dal sottobosco si chiamerà Dead Don’t Ride, sarà un open world a base di zombie, motociclette e black comedy; potrebbe rivelarsi il “Dead Rising” di Sony.
In molti vorrebbero il ritorno di Crash Bandicoot, ma pare che quella che saremo destinati a vivere alla conferenza Sony sia una mezza delusione. Quasi sicuramente Crash ci sarà, ma come personaggio per il nuovo Skylanders Imaginators. Plausibile anche l’annuncio di una “Crash Edition” esclusiva per PlayStation 4, già messa in listino da alcuni rivenditori.
Ma potremmo continuare veramente molto a lungo considerando il numero di voci che girano nell’etere a poche ore dall’inizio della fiera di Los Angeles. Ce lo vedreste Kojima sul palco a parlare del suo nuovo gioco? Dopotutto ha stretto una collaborazione con Sony. Oppure che ne direste della risurrezione di Deep Down? Sparito da fin troppo tempo. Gli annunci possibili sono ancora tanti, c’è un gioco di Sucker Punch che deve ancora essere presentato (un nuovo inFamous? Sly Cooper?), Monolith potrebbe annunciare Middle-earth: Shadow of Mordor 2, Rockstar potrebbe presentarsi con Agent o Red Dead Redemption 2 e Nordic Games con Darksiders III (già messo a listino da un retailer).
Giusto per ingigantire l’elenco di possibili nomi citiamo, per dovere di cronaca, anche Borderlands III, che sappiamo essere in sviluppo, Forbidden Siren Remastered (i trofei sono apparsi su un sito), oppure il poco probabile The Last of Us 2 (smentito da shinobi602), alcuni pronosticano anche l’annuncio di un DLC singleplayer di Uncharted 4.
Chiudiamo in bellezza con due saghe che hanno scritto la storia dei videogames: Final Fantasy e Resident Evil. Ci sentiamo di considerare quasi sicura la presenza del remake di Final Fantasy VII, possibile quella di Final Fantasy XV e della remastered di Final Fantasy XII. Molto gettonato anche l’annuncio di Resident Evil 7 (Capcom deve presentare qualcosa di non ancora svelato), possibile ci sia anche il remake di Resident Evil 2.

Avete capito che la conferenza Sony è quella che potrebbe riservarci più sorprese. Non abbiamo citato Yakuza 6, che potrebbe fare capolino, né una eventuale (e sperata) presenza di Rime o Wild. Possibilità anche di vedere Persona 5 e Nier Automata dei Platinum Games. Insomma ci sono tutti gli ingredienti per far sì che la conferenza PlayStation sia la più esplosiva del lotto. Ricordiamo a tutti gli appassionati che l’evento si terrà il 14 giugno alle ore 3:00 italiane e potrà essere seguito sul canale Twitch ufficiale di Sony. Voi continuate a seguire Gamesquare.it nel coverage dell’E3 2016 di Los Angeles.