Doom II rimarrà impresso, così come il primo capitolo, nelle menti degli appassionati degli sparatutto vecchia scuola. Alcuni si limitano a rigiocarli ancora oggi, altri, come l’environmental artist John Eyre hanno intenzione di ricrearli con un motore di gioco più al passo con i tempi, in questo caso Unreal Engine 4.

Come vedete dalle immagini qui in basso il progetto è ancora in fase embrionale, ma Eyre ha intenzione di portarlo a termine rimanendo il più possibile fedele all’originale (ci saranno tutte le armi, i nemici, i livelli segreti, tutto insomma). Attualmente Eyre ha bisogno di aiuto e cerca un grafico specializzato in animazioni e modellazione.

doom-ii-ue-4-1 doom-ii-ue-4