Capcom, tramite una nuova patch, ha deciso di estendere il numero delle CPU compatibili con Resident Evil 7.

La versione PC del titolo ora può girare bene anche su configurazioni basate su CPU più vecchie, il tutto rimuovendo la compatibilità obbligatoria con SSSE3 SIMD, set di istruzioni legate ai processori Intel Xeon, Core, Celeron e Pentium.