Death Stranding action game

Hideo Kojima durante un’intervista a Digital Spy, ha affermato che Death Stranding sarà un action game paragonabile alla serie Metal Gear Solid:

“Il giocatore controlla il personaggio di Norman Reedus e sarà un action game, se vogliamo inserirlo in un genere”.

“per esempio, quando ho creato Metal Gear, era anche quello un action game ma differente perché l’elemento principale era il nascondersi. La gente l’ha poi chiamato Stealth Action. In questo gioco il giocatore controlla Norman ma giocandolo ci si troverà qualcosa di nuovo, che non rientra nei canoni prestabiliti”.

Altra intervista altri enigmi, questa volta ai microfoni di IGN, il game designer utilizza un racconto di Kobo Abe che Kojima indica come un modo per spiegare uno dei temi forti della Morte.

“Il bastone è stato il primo strumento creato dall’umanità per mettere una distanza tra sé e le cose minacciose, per proteggersi. Il secondo strumento creato dall’umanità è stato la corda. Una corda è usata per legare cose importanti e tenerle vicine”.

“la maggior parte degli strumenti che compaiono in un gioco action sono bastoni. Si colpisce, si spara o si calcia, la comunicazione avviene attraverso questi bastoni. Io vorrei che la gente si connettesse non usando bastoni, ma con l’equivalente delle corde”.

In definitiva nel nuovo gioco di Kojima potremo interagire senza causare violenza, ma questà è solo una possibilità, verranno comunque dati più strumenti al guiocatore per comunicare e interagire