Il tuo primo contatto con un nuovo gioco può essere un filmato di apertura o una sequenza di gioco. A volte è pieno di azione, o, talvolta, si tratta di una sequenza con un forte richiamo emotivo. Qualsiasi metodo utilizzi lo sviluppatore, una buona intro cattura l’attenzione del giocatore e lo catapulta immediatamente nel gioco.
Vediamo quindi quelle che secondo noi sono le 20 migliori intro di sempre.

20. Batman: Arkham Asylum (360/PS3/PC, 2009)

Prima di Rocksteady al settore mancava un vero e proprio gioco tripla-A con protagonista un supereroe. Tutto cambiò con l’arrivo di Batman: Arkham Asylum, e l’intro imposta le cose subito in modo spettacolare. La sequenza iniziale in cui si accompagna Joker in cella è orchestrata sapientemente mentre si procede lungo i corridoi di Arkham. Vogliamo parlare poi di Killer Croc?

19. Uncharted 2: Among Thieves (PS3, 2009)

Naughty Dog con Uncharted 2 scosse il mondo dei videogiochi quando usci. La capacità dello studio di fondere scene d’intermezzo con l’azione di gioco e di rendere ogni inquadratura una meraviglia della tecnica e della spettacolarità, non aveva precedenti. La sequenza di apertura con il treno è il coronamento delle prodezze di questa Software House.

18. Portal 2 (360/PS3/PC, 2011)

Valve sa contare solo fino a 2, ma lo sa fare come si deve, Portal 2 ne è la dimostrazione. La sequenza iniziale inserisce subito nel contesto del gioco: il buffo e logorroico Wheatley ci introduce alla struttura dell’Aperture Science e Valve fa sfoggio della fisica del suo motore Source in maniera egregia.

17. Deus Ex (PC, 2000)

Nonostante la grafica datata, l’intro di Deus Ex ha l’impostazione perfetta. Si delinea l’intrigo, le fazioni, ed i conflitti in corso nel mondo. E una volta preso il controllo si imparano i comandi e si gioca! Una grande introduzione per un grande titolo!

16. Legacy of Kain: Soul Reaver (PS1/PC, 1999)

Una delle saghe più amate dai giocatori, e nonostante il successo di Blood Omen, Soul Reaver fu il titolo che sdoganò la serie. Il gioco si apre con poche spiegazioni, vediamo solo il tradimento di Raziel, impostando così il conflitto a cui ruota attorno tutto il gioco. La voce fuori campo e coinvolgente e lascia il giocatore con la domanda di chi sia Raziel e il desiderio di vendetta su Kain.

15. Metal Gear Solid 3: Snake Eater (PS2, 2004)

Indimenticabile sequenza di apertura di un grandissimo capolavoro. Non solo si presenta con Snake intento ad effettuare un salto HALO in maniera perfetta e fluida, ma è anche emblematico perché dà la possibilità per la prima volta al giocatore di vedere dagli occhi di Big Boss. Inoltre a quel tempo l’idea di potersi avventurare all’interno di una giungla era talmente bella da non sembrare vera. Fortunatamente Kojima non ha deluso le aspettative!

14. Half Life (PC, 1998)

Half Life ha rivoluzionato il mondo degli sparatutto sotto vari aspetti. Il primo che si evince appunto dall’introduzione è quanto Half Life abbia dato spazio alla trama, al contrario della tendenza del genere fino a quel momento; infatti il giocatore prima di poter impugnare un’arma dovrà aspettare un bel po’. Nel gioco si impersona Gordon Freeman in una normalissima giornata di lavoro in cui possiamo osservare la vita all’interno del centro di ricerca Black Mesa prima di giungere all’incidente che scatenerà la catena di eventi che comporrà lo sviluppo della trama del gioco.

13. Command & Conquer: Red Alert 2 (PC, 1998)

La caratteristica di Red Alert 2 è l’intro realizzata in Live Action ed è realizzata in modo egregio. Ci fa capire subito quello con cui abbiamo a che fare: una forza d’invasione sovietica senza riguardo per alleanze o trattati. Sono presenti attori anche abbastanza conosciuti come Ray Wise e Udo Kier.

12. Final Fantasy VII (PS1, 1997)

Il settimo capitolo di questa saga vanta una delle intro più iconiche ed affascinanti del mondo del gaming; non a caso Square e Sony ne realizzarono una versione rimasterizzata per mostrare la potenza della PlayStation 3 alla sua presentazione. La vista mozzafiato di Midgar, il treno in arrivo, Aeris che cammina sono solo alcuni dei momenti più memorabili.

11. The Legend of Zelda: Ocarina of Time (N64, 1998)

La saga di Zelda la amiamo tutti, ogni capitolo è un capolavoro, ma come possiamo dimenticare il passaggio dal 2D al 3D. Questa intro ce lo mostra egregiamente con Link che cavalca lungo le terre d Hyrule, immagini che hanno emozionato milioni di giocatori e che sono memorabili.

10. God of War III (PS3, 2010)

La conclusione di una trilogia epica poteva non avere un’introduzione epica? Ovviamente no, infatti God of War 3 inizia esattamente dove eravamo rimasti alla fine del due, Kratos insieme ai titani a scalare il monte Olimpo. La sequenza di gioco in cui si combatte di spalla in spalla tra i titani mentre attorno divampa la guerra ha dato una scarica di adrenalina ad ogni giocatore che l’ha vissuta.

9. Chrono Cross (PS1, 2000)

La prima PlayStation è la patria di alcuni delle migliori cinematics e musiche di sempre. Insieme otteniamo Chrono Cross, un’incredibile avventura coinvolgente che riesce a tenere il passo dei più blasonati RPG della saga di Final Fantasy. Quest’intro ricorda i mitici anni dell’era PlayStation con le incredibili musiche dell’epoca.

8. Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty (PS2, 2002)

Mettiamo subito in chiaro che ogni intro della saga di Metal Gear è assolutamente incredibile; tuttavia, quella di Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty è senza dubbio la migliore. Vediamo Snake con una stealth camo infiltrarsi a bordo di una Tanker mentre “danza” tra le funi e la pioggia. Fu tecnicamente sbalorditivo a quell’epoca e molto d’impatto. Se consideriamo introduzione tutta la prima parte arriviamo ad un grandissimo colpo di scena che all’epoca fece discutere in molti; ovvero che il protagonista sia Raiden e non Snake.

7. Half Life 2 (PC, 2004)

“Si svegli Mr Freeman”. Questa frase è rimasta impressa nella mente dei giocatori dal 2004 ad oggi e lo sarà anche per gli anni a venire. L’iconica intro del seguito del capolavoro di Valve Half Life non fu solo rivoluzionaria visivamente per il tempo, ma anche il modo in cui introduceva il giocatore al mondo era qualcosa di mai visto prima. L’approccio narrativo è chiaro fin dall’inizio quando il giocatore prende il controllo. In molti hanno provato ad emulare la splendida realizzazione di Valve, ma in pochi ci sono riusciti.

6. Final Fantasy VI (SNES, 1994)


Nonostante il fatto che le intro siano mutate tecnologicamente nel tempo, quella in questione è la prova che non serve una CGI spaccamascella e delle angolazioni di camera hollywoodiane per avere un enorme impatto sul giocatore. Il momento in cui il tema musicale di Terra accompagna l’inizio del viaggio sulla neve è uno dei momenti più memorabili di tutti i tempi!

5. Mass Effect 2 (360/PS3/PC, 2010)

Come si può non menzionare un titolo in cui il suo protagonista muore entro i primi minuti di gioco? L’inizio di Mass Effect 2 è epico a dir poco. Vieni introdotto al nuovo antagonista, la tua amata Normandy viene fatta a pezzi e vieni catapultato nello spazio senza alcuna possibilità di sopravvivenza. Il resto dell’equipaggio si salva e tu ti chiedi cosi sia successo. È stato un nuovo modo per introdurre un elemento di imprevedibilità emozionante, tenendo il giocatore sempre sulle punte.

4. Fallout 3 (360/PS3/PC, 2008)

Siamo abituati a vedere montaggi delle varie fasi della vita al cinema; quello di UP è probabilmente il più bello della storia moderna, ecco quindi un buon suggerimento se i tuoi occhi si sono bagnati nei primi minuti di questo film. Fallout 3 in 40 minuti massimo ti fa vivere ogni istante della vita, dal concepimento all’età adulta, e questo è qualcosa che non si era mai visto realizzato così bene in un gioco.

3. Kingdom Hearts II (PS2, 2006)

“Sembra che le mie vacanze estive……siano finite.” Una delle frasi più celebri della saga e non solo. Passano quasi 2 ore prima di vedere il titolo del gioco, in quel tempo viviamo la spensierata vita di un ragazzo che non sappiamo chi sia e lo accompagniamo lungo il suo crollo spirituale fino alla rinascita in Sora. Passeggiare per Twilight Town con l’accompagnamento musicale è un ricordo indelebile per molti, come anche la rivelazione che tutto quel che vediamo sia finto ed orchestrato e la scoperta del triste destino che attende Roxas. Praticamente per certi versi un Truman Show.

2. The Last of Us (PS3, 2013)

Una delle introduzioni più commoventi che si possano trovare è in The Last of Us. Ci viene introdotto Joel, il protagonista, il primo giorno dell’epidemia. Con il caos che si diffonde Joel, sua figlia Sarah e suo fratello tentano di fuggire. Sarah viene colpita a morte dalle forze armate in una scena registicamente sublime, e ci fa capire bene il motivo per cui si instaurerà un certo tipo di rapporto in futuro tra Joel ed Ellie.

1. Bioshock (360/PS3/PC, 2007)

Bioshock è indiscutibilmente uno dei migliori giochi della scorsa generazione, e basta guardare la sequenza di apertura del titolo per capire perché. La capacità di Irrational Games di fornire una storia interattiva fin dall’inizio è un’impresa ammirevole. Come per Half Life 2, queste fasi di aperura introducono il giocatore in un mondo incredibilmente dettagliato che chiede solo di essere esplorato. Senza contare l’emblematico discorso introduttivo di Andrew Ryan che ogni giocatore ricorda ancora.