In un’intervista rilasciata da Hideki Kamiya a GameSpot in origine Scalebound era stato concepito in maniera molto differente a come lo vediamo ora. Il gioco era pensato per essere fruito con il motion controller di Wii, il protagonista era una ragazza e invece dei draghi c’erano i dinosauri. Il giocatore avrebbe avuto la possibilità di controllare i dinosauri dandogli ordini, ma subito il team ha optato per sostituirli con un drago.

Ancora il progetto era lontano dallo Scalebound che conosciamo oggi, la protagonista femminile era infatti troppo debole per unirsi agli scontri e Platinum non voleva che i giocatori si limitassero a guardare il drago combattere. Hanno così sostituito la ragazza con Drew, l’attuale protagonista, molto più forte e abile negli scontri. A quel punto il progetto si bloccò, ma poi, come ben sapete, Microsoft l’ha ripreso e lo ha trasformato in un’esclusiva Xbox One.

scalebound platinum games