Speciale 2015 del videogiocatore 1
Finalmente il 2014 è terminato, come di consueto a suon di cenoni, musica, fuochi d’artificio e sbronze colossali. Come certamente vi ricordate, circa un mese fa, ho voluto ripercorrere i momenti che hanno caratterizzato di più l’anno ormai terminato. Oggi, invece, vorrei spostare quello stesso sguardo critico in avanti, cercando di vedere tra la fitta nebbia del futuro, con la consapevolezza che Babbo Natale non esiste. Dunque, con lo stomaco sottosopra, il trapano in testa e con circa 10Kg in più tuffiamoci assieme in questo emozionante viaggio, sperando di poter trarre qualche conclusione.

Un inizio scoppiettante

Come già detto il nuovo anno, come da tradizione, si apre a suon di fuochi d’artificio il 1° dell’anno. Il giorno di Capodanno però, per quest’anno videoludico, è fissato al 2 Gennaio (9 Gennaio in Italia),con Nintendo e la sua esclusiva per Wii U: Capitain Toad: Treasure Tracker. Un gioco che in America e Giappone stanno giocando da più di un mese e che per problemi di ferie di fine anno da parte dei nostri negozianti è stato rimandato di un’ altra settimana qui nel Bel Paese.

Data importantissima, esclusivamente per i PC gamers, è il 27 Gennaio. Infatti, in questa data, finalmente anche i videogiocatori da mouse e tastiera potranno godere di GTA V e di tutto lo splendore del titolone della software house più denunciata della storia dei videogames. Ci tengo particolarmente ad aggiungere che non ce la faccio più ad aspettare!

lo tre giorni dopo, ecco il titolo che effettivamente aprirà le danze di questo 2015. Il primo multipiattaforma dell’anno è destinato al 30 Gennaio ed è Dead Is.. ehm Dying Light. Scherzi a parte, questo survival horror a mondo aperto, dalla notte terrificante e dalle meccaniche di parkour stile Mirror’s Edge sembra essere un esperimento riuscito, che piacerà sia agli amanti del genere che ai non.

Altra data da evidenziare assolutamente sul calendario è il 10 Febbraio, perchè un gioco che ha fatto parlare di se per parecchio tempo approderà finalmente sugli scaffali. Sto parlando proprio di Evolve, che dopo l’infelice fallimento di THQ ed il successivo acquisto da parte di 2K è pronto a divertire grazie al suo gameplay apparentemente azzeccato: un FPS online dove 4 giocatori (cacciatori) dovranno far fuori un solo giocatore (mostro). Insomma, il divertimento sembra assicurato, certo, ma riuscirà a rimanere tale anche dopo parecchie ore di gioco? Staremo a vedere.

Ed ecco un’altra data di cui prendere nota, rivolta però solo all’utenza Playstation (i famosi Sonari). The Order: 1886, la prima esclusiva dell’anno per la console di Sony uscirà il 20 Febbraio. Sono sincero, fin dall’annuncio ufficiale questo titolo non mi ha mai trasmesso niente ed altrettanto sinceramente (ma soprattutto personalmente) non ritengo questo titolo un must have. Il gioco sembra essere ricco di grafica, ambientazioni e cura del dettaglio a dir poco eccellente, ma dove l’occhio vince sicuro, il divertimento rischia di mancare, a causa di un gameplay a quanto pare ricco di quick time events e fasi scriptate. Ovviamente, da videogiocatore, spero di sbagliarmi.

Speciale 2015 del videogiocatore 2

E così fino all’estate…

Ne dubito, ma nel caso in cui arriverete a fine Febbraio senza giochi a cui giocare, sappiate che vi toccherà aspettare il 19 Marzo per la prossima uscita: Battlefield Hardline. L’idea di Visceral Games (padri degli ormai vecchi Dead Space) di rimpiazzare la guerra con una sorta di guardia e ladri, a parer mio si rivelerà vincente. Il famosissimo brand di EA rischiava di rovinarsi e questa trovata darà quella ventata di novità di cui ha bisogno il titolo.

Per gli amanti della simulazione su pista e dell’adrenalina a pedali e cambio automatico (manuale per i pro), ecco un gioco che rischia di finire nelle rivelazioni dell’anno. Sto parlando di Project Cars, sviluppato dagli stessi cervelli che hanno realizzato Need For Speed: Shift ma soprattutto dai videogiocatori. Sì, avete capito bene: videogiocatori, che hanno partecipato allo sviluppo e che si divideranno il 70% del guadagno finale a partire dal 20 Marzo, data di pubblicazione.

Carissimi Sonari udite udite, perchè questa, cari miei, è un esclusiva con i fiocchi. Se non lo state già facendo, iniziate a risparmiare i soldi, perchè il 25 Marzo, in tutti i negozi troverete Bloodborne, un titolo che dall’annuncio ha riempito di bava le bocche di chiunque, giocatori PC e Xbox compresi (anche se non lo ammetteranno mai). La somiglianza con Dark Souls è palese, ma per quanto mi riguarda: ad averne di giochi uguali a Dark Souls!

Il mese di aprile, almeno per ora, sarà caratterizzato aihmè da un solo titolo. Ad essere precisi, il 12 Aprile, il “Fatality” è servito grazie a Mortal Kombat X, con la sua componente grafica totalmente migliorata, un gameplay rinnovato ma pur sempre tradizionale ed ovviamente sangue, tanto sangue. Insomma, amanti del picchiaduro e della serie, non fatevi mancare l’appuntamento con questo titolo, perchè sembra che valga veramente tanto. Fawless Victory.

Speciale 2015 del videogiocatore 3

Squillino le trombe!

Abbiamo atteso tanto, abbiamo mandato giù tante posticipazioni, ma finalmente è pronto, la data è confermata e non si torna più indietro. Un titolo che sembra essere mastodontico sarà disponibile in tutti i negozi il 19 Maggio, sto ovviamente parlando di The Witcher 3: Wild Hunt. Questo gioco sarà la mia vacanza, il mio mare, la mia crema solare, la mia serata al locale… insomma: la mia estate. Quando, a Settembre tutti vedranno la mia pelle bianca e mi domanderanno “Ma Yuri, non sei andato al mare?” Io risponderò: “Perchè andare al mare quando si ha The Witcher 3?“.

L’altro giorno ero al Bar ed un signore mi ha chiesto cosa significasse per me il 2 Giugno. Ovviamente si aspettava che gli rispondessi semplicemente Festa della Repubblica Italiana, ma non si aspettava minimamente di aver a che fare con un videogiocatore incallito. Infatti risposi con: Batman Arkham Knight! Eh già, dopo la toppa messa dalla Warner Bros con Arkham Origines, ecco finalmente il vero lavoro della talentuosissima Rocksteady, che torna con l’ultimo capitolo videoludico del Cavaliere Oscuro. Dopo i vari trailer e videogameplay, ve lo dico, mi aspetto un giocone in tutto e per tutto e spero veramente che la data di uscita ufficiale non venga posticipata di nuovo.

Speciale 2015 del videogiocatore 4

Cos’altro, ma soprattutto, quanto dovremmo aspettare?

Bene, ho finito di indicare i maggiori titoli con cui avremo sicuramente a che fare in questo 2015. Ora vorrei passare oltre, parlando dei vari giochi attesi di cui non si ha una vera data di pubblicazione, ma che dovrebbero essere disponibili durante l’anno ormai corrente. Faccio presente che sono messi in ordine di aspettativa da parte del sottoscritto. Notate bene che non citerò due titoli, in quanto ne ho parlato già abbastanza nei precedenti articoli tanto da stancarmi di parlarne, vi invito ad indovinare di quali giochi sto parlando.
Quindi, tornando a parlare di cose serie, inizio con un gioco il cui trailer mi ha sconvolto totalmente. Sto parlando di un esclusiva Xbox One, ovvero Quantum Break, l’action cinematografico che cerca di fondere il videogioco alla serie tv. Mi rendo conto che questa cosa possa confondere, ma tranquilli, avrete le vostre risposte nel corso dell’anno, ve lo assicuro. Proseguiamo con un titolo che ha meravigliato milioni e milioni di videogiocatori e non solo, con le sue ambientazioni emozionanti, bizzare e… infinite. Avrete sicuramente capito di cosa sto parlando. No Man’s Sky, per molti già una certezza, per me è un enorme enigma che non vedo l’ora di risolvere. Quando penso a questo gioco, infatti, mi ritrovo a pormi una miriade di domande tra me e me. La più significativa di tutte: Il gameplay? Passiamo dal punto di domanda al punto esclamativo di Naughty Dog: Uncharted 4. L’esclusiva PS4 sta facendo impazzire i videogiocatori con screenshot ai limiti del realismo, che non fanno altro che far crescere l’attesa di questo ultimo capitolo di una delle saghe più apprezzate della scorsa generazione. Ok, è arrivato il turno di Ubisoft, che dopo l’anno disastroso ha decisamente bisogno di un bel calcio nel sedere che la aiuti ad alzarsi letteralmente dal tappeto in cui si trova. Il piede a cui si affida è di Massive Entertainment e sembra essere quello giusto, quello di Tom Clancy’s The Division. L’ utenza è già divisa a metà, tra chi lo reputa il gioco dell’anno e chi… il Watch Dogs dell’anno. Personalmente, dato che si parla di Ubisoft, consiglio a tutti voi di andarci con i piedi di piombo e centellinare l’emozione, proprio come sto facendo io e sperare che gli sviluppatori tirino fuori il capolavoro annunciato.

Speciale 2015 del videogiocatore 5

Conclusioni

Insomma, che dire di più? Questo 2015, a primo impatto, si presenta grandioso, con parecchi giochi in grado di impegnare per parecchie ore noi videogiocatori, che non chiediamo altro. Aldilà delle infinite rimasterizzazioni con cui, purtroppo, avremo a che fare, c’è tanto da provare, da giocare, da finire. Detto questo vi lascio, come sempre traete le vostre conclusioni.

P.S. Avete capito di quali giochi stavo parlando?