AMD ha confermato che nelle prossime settimane verrà abbandonato il software Catalyst di supporto per le schede grafiche della serie Radeon.
Sarà Crimson il nuovo software che gestirà i driver delle varie periferiche, introducendo una nuova interfaccia, funzionalità e maggior stabilità.

La nuova piattaforma godrà di menu semplificati, facilmente gestibili e consultabili; inoltre saranno introdotte caratteristiche legate al gaming, registrazioni e streaming. Come per l’attuale software, Crimson ogni anno verrà aggiornato con una major release, mentre mensilmente si riceveranno piccoli update. Di seguito vi lasciamo con il comunicato ufficiale di AMD:

Il Radeon Technologies Group è nato per spingere il settore verso nuovi orizzonti, con la creazione di nuove GPU, nuove tecnologie e nuovi e software innovativi per supportarli. AMD è lieta di annunciare oggi il primo frutto delle fatiche di questo nuovo gruppo di lavoro. Se in passato chiamavamo “driver” quell’insieme di interfaccia utente, library, strumenti e applicazioni, oggi assistiamo a un’evoluzione che ha reso questo set di software un vero e proprio sistema operativo in piccolo, tutto per la grafica. E AMD ha deciso di chiamare questo mini-OS “Radeon Software”.

Questo significa che che i driver AMD Catalyst andranno in pensione, segnando la fine di un’era e l’inizio di una nuova epoca di “immersive computing” nella quale saremo circondati da miliardi di pixel che esaltano le esperienze della nostra vita quotidiana – in un modo che dobbiamo ancora comprendere pienamente. La nuova era inizierà il 2 novembre, con l’introduzione di Radeon Software Crimson Edition.

Ciò che prima era conosciuto come AMD Catalyst Control Center (CCC) è stato interamente ri-progettato, adesso si chiama Radeon/FirePro Settings e racchiude nuove funzioni (Game Manager, Video Quality presets, Social Media integration, Simplified EF setup e System notifications tab) in una interfaccia moderna e semplice da utilizzare. Il Radeon Software Crimson Edition sarà disponibile per il download entro la fine dell’anno, maggiori dettagli arriveranno nelle prossime settimane.