Sul palco della conferenza PlayStation pre Tokyo Game Show c’era anche Hideo Kojima che ha parlato, ovviamente, del suo progetto più atteso: Death Stranding. Ha ribadito che il gioco sarà un action open world che garantirà libertà di esplorazione, ma ci sarà la possibilità di interagire con altri giocatori attraverso modalità che spingeranno alla cooperazione tra le parti, oppure alla competizione.

Inoltre i pesci morti e le balene spiaggiate rappresentano una componente “sovrannaturale”, Kojima ha infatti riferito che il mondo di gioco è interconnesso con altre dimensioni dalle quali arrivano questi animali spiaggiati. La “connessione”e i “fili” sembrano quindi essere gli elementi portanti di Death Stranding, purtroppo però sul gioco non ci è dato sapere altro.

Kojima ha chiuso il suo intervento annunciando che il gioco supporterà il 4K e l’HDR, garantita quindi la massima compatibilità con PlayStation 4 Pro.

Death Stranding action game