GRiN ha dichiarato bancarotta, cancellato Woolfe: The Redhood Diaries

GRiN, il team dietro allo sviluppo di Woolfe: The Red Hood Diaries, ha dichiarato bancarotta, ciò significa che il gioco non vedrà mai la luce e i backer che lo avevano supportato su Kickstarter non riceveranno nulla di quanto gli era stato promesso. La vicenda è alquanto triste, l’idea degli sviluppatori era di creare una serie dedicata ad una versione psicopatica di Cappuccetto Rosso (era già uscito un primo capitolo), ma, come spiega Wim Wouters la situazione era critica.

è finita, non c’è modo di tornare indietro. Ci abbiamo provato ed abbiamo fallito. Il team è stato dismesso e abbiamo dichiarato bancarotta perché non riusciamo a finire di pagare le bollette rimanenti. Il silenzio degli ultimi mesi non si è originato per mancanza di rispetto verso i giocatori, ma per vergogna. È stato davvero devastante leggere i commenti negativi che abbiamo ricevuto da alcuni giornalisti e giocatori. Dal momento che Woolfe è stata la cosa più guidata dalla passione che abbiamo mai realizzato, avervi deluso è una sensazione orribile.

La stessa GRiN è stata chiusa a seguito della dichiarazione di bancarotta, la software house era stata aperta nel 2002.

tutti gli adesivi dovevano solo essere stampati, i poster ormai erano pronti, firmati e impacchettati. L’artbook era prossimo alla stampa, la soundtrack vicina alla distribuzione, le custodie per il DVD quasi in produzione. Ma, letteralmente, non abbiamo più soldi in alcun modo per pagare quelle stampe – per non parlare di quella degli artbook o della realizzazione delle custodie.

Woolfe The Red Hood Diaries