Dopo aver analizzato Grand Theft Auto V nella sua componente singleplayer ci tuffiamo nella versione online di Los Santos

Data di uscita 14 Aprile 2015
Genere Azione, Avventura, TPS
Modalità di gioco Singleplayer, Multiplayer
Piattaforme Xbox 360, Xbox One, PS3, PS4, PC
Sviluppato da Rockstar North
Distribuito da Rockstar Games
Versione testata PC
Cover

Circa una settimana fa vi avevo parlato di Grand Theft Auto V nella versione PC e di come risultasse ancora fresco da giocare e bello da vedere, nonché impregnato totalmente di uno stile riconoscibilissimo. Avevo, però, tralasciato un’importante componente che affiancava la versione giocatore singolo, e cioè Grand Theft Auto Online.
Rilasciato per la prima volta in ottobre del 2013 sulle versioni di vecchia generazione, GTA Online è andato con il passare del tempo via via ampliandosi nei contenuti, arrivando ad annoverare nel parco missioni anche le rapine affrontabili con alcuni amici. Nella versione per personal computer la modalità online è un palco per i modder e per quei giocatori che vogliono dare il loro contributo creando contenuti, ma anche il luogo dove, con arduo lavoro e affiatamento, possono nascere vere e proprie opere d’arte mediatiche (molto utile in questo senso l’editor video). Non solo un numero spropositato di ore in compagnia, quindi, ma anche tanto spazio alla community, che trova una strada quasi del tutto spianata per esprimere il suo estro creativo.

GTA Online 1

Nasce su PC, torna su PC

Per parlare di GTA Online bisogna andare un po’ indietro nel tempo e arrivare all’amato Grand Theft Auto: San Andreas, ancora popolatissimo e che vanta un parco mod forse tra i più ampi di sempre. Alcuni giocatori, stufi di non sfruttare le potenzialità del free roam in compagnia, decidono di mettere in moto la creatività e di rilasciare una mod che, riproponendo la medesima mappa del gioco base, permettesse di giocare online con gli amici. Bastò poco tempo che il successo arrivò: ci fu un esodo di giocatori PC, che approdarono in massa sui lidi dell’online abbandonando l’esperienza in solitaria. Si crearono così server su server, alcuni con mod folli, altri con guerre immense e devastanti, altri ancora paradiso di gare e di acrobazie, fino ad arrivare a quelli roleplay, dove bisognava imitare le azioni della vita reale.
Il grandissimo successo portò Rockstar a valutare l’opzione multiplayer che fu introdotta prontamente nel capitolo successivo: Grand Theft Auto IV. Il successo ci fu, ma non fu nulla in confronto a quello registrato con San Andreas Multiplayer (più famoso come SAMP), portando la software house di Edimburgo a valutare più opzioni e ad osare di più. GTA V, pensato come il più grande GTA di tutti i tempi, incarna lo spirito di Rockstar, con un comparto multigiocatore inferiore sotto alcuni aspetti a SAMP, ma superiore sotto molti altri.

GTA Online 2

Luna Park

Tutto comincia con la creazione del nostro personaggio, la scelta dei genitori (tra i quali possiamo scegliere anche Niko Bellic) è importante per determinare le fattezze di base del nostro alter ego digitale, ma non resta così influente quando si va ad agire sui diversi parametri di modifica fisica che offrono un elevato grado di personalizzazione. Si passa poi alla scelta degli abiti che il nostro bandito virtuale indosserà e alla distribuzione dei pochi punti abilità tra le diverse statistiche. Completata l’opera di creazione il nostro protagonista atterrerà all’aereoporto di Los Santos (vi ricorda qualcuno?) dove ci sarà ad accoglierlo Lamar, un personaggio che incontriamo anche nella campagna, il quale ci darà il benvenuto nella città invitandoci ad una competizione motoristica.
È dopo aver concluso la prima gara che Los Santos online ci apparirà come è, un Luna Park pieno di missioni da completare e attività varie da svolgere, un crocevia di incontro tra giocatori, fino a 32 nella stessa sessione, dove poter anche acquistare e modificare auto, vestiti e appartamenti di lusso. Alcune missioni godranno di una blanda trama e ci verranno affibbiate da alcuni personaggi celebri che abbiamo visto in GTA V o in altri episodi della serie, man mano che acquisiremo Reputation Point e saliremo di grado completando missioni, ci verranno messe a disposizione sempre più attività. Annoiarsi è difficile, poiché tra deathmach a squadre, last man standing, gare in automobile, aerei o biciclette, furti di mezzi in coop o in versus e tante, tantissime altre varietà di missioni, i gusti di ogni palato possono essere accontentati.

GTA Online 3
Non è stato trascurato neppure il free roaming libero, con la possibilità di contattare i propri amici per incontrarsi in determinate zone e fare baldoria, oppure organizzare vere e proprie spedizioni punitive contro gang rivali. Chiamando Lester si può anche piazzare una taglia su un giocatore, imbarcandoci in una caccia all’uomo per le strade cittadine o di campagna, oppure in una rocambolesca fuga qualora la taglia fosse stata piazzata su di noi. Vi assicuriamo che arrivare a scoprire ed esperire tutto sarà un’impresa più che ardua: noi abbiamo raggiunto il grado 25 e ci sembra di aver solo intaccato l’enorme mole di contenuti, le icone dei quali ricoprono quasi interamente la mappa di gioco.
Il bendidio che vi ho presentato innanzi non è esente da difetti relativi soprattutto al netcode. Abbiamo registrato durante le nostre prove diversi casi di disconnessioni improvvise seguiti da impossibilità di rientrare in gioco oppure episodi di lag piuttosto fastidiosi. Inoltre l’attesa per l’avvio di una qualsiasi modalità è piuttosto elevata, ci possono essere casi di partite avviate dopo pochi minuti, ma addirittura attività che prima di arrivare a contenere il numero minimo di giocatori impiegano dieci o quindici minuti. Si può assistere anche a partite profondamente sbilanciate, con giocatori di livello altissimo e con statistiche fuori di testa contrapposti a team piuttosto modesti, i quali, ovviamente, vengono falcidiati in men che non si dica.

Una rapina al giorno toglie il medico di torno

La parte più esaltante del comparto Online di GTA è sicuramente quella riguardante le rapine. Le abbiamo apprezzate tantissimo nel gioco base e l’occasione di affrontarle ci ha ingolosito un bel po’, salvo poi imbatterci in giocatori scoordinati, altri che si schiantano a terra con il paracadute poco prima di terminare la missione e, nei casi peggiori, in tempi di attesa interminabili. Il nostro consiglio è di procurarvi tre amici e coordinarvi con cuffie e microfono nello svolgimento dei diversi compiti richiestici dal gioco.
Le rapine sono divise in due parti, nella prima c’è la preparazione al colpo vero e proprio, con furti di mezzi, recupero di documenti e via di questo passo. La seconda, invece, è la parte più complicata e che richiede un affiatamento non indifferente. Da leader del gruppo potremo assegnare ad ogni giocatore un ruolo con obiettivi differenti in base alla sua propensione e statistiche, potremo, inoltre, suddividere il bottino, quindi optare per una ripartizione equa, oppure concentrare su qualcuno i guadagni. Una volta scesi sul campo il divertimento (o la frustrazione) è assicurato. Corse a perdifiato per le strade del deserto inseguiti da una mandria di poliziotti mentre un giocatore su un elicottero spara missili per agevolarci la fuga, infiltrazioni nelle stazioni di polizia coordinate a furti di automobili, grida nel microfono e pugni lanciati contro il monitor, queste diapositive rendono bene gli attimi splendidi, o meno splendidi, che passerete a rapinare mezza Los Santos.

GTA Online 4

Commento

Prima di gettarvi a pesce dentro i contenuti di GTA Online fareste bene a procurarvi qualche amico, potreste passare tantissime ore di divertimento spensierato e ritornare a quei bei vecchi tempi in cui ci si vedeva il pomeriggio su SAMP per uccidere i membri della gang rivale, e poi giocare per ore ed ore alle numerosissime modalità senza mai rischiare di annoiarvi o di ripetere sempre la medesima. La ciliegina sulla torta sono le rapine, fabbrica di emozioni forti se giocate con una squadra affiatata, con la quale potreste ambire anche a completare sfide elite appannaggio solo dei più. Insomma GTA Online è una buona scusa per dire addio alla vostra vita sociale quando sarete paghi di Grand Theft Auto V, a patto di passare sopra a problemi di connessione e di attesa nella ricerca di giocatori o alla drastica riduzione del divertimento se deciderete di giocare soli soletti.