Nel corso di un’ intervista con Dengeki Online, il producer Yoshinori Kitase e il director Tetsuya Nomura hanno motivato la scelta di presentare al pubblico videoludico Final Fantasy VII Remeke attraverso una serie di epidodi, che a parer loro offriranno un’ esperienza differente da episodio ad episodio:

Kitase: L’idea che un remake di Final Fantasy VII non sarebbe rientrato in una singola release era chiara fin dall’inizio. Non possiamo ancora rivelare altre informazioni riguardo la serializzazione degli episodi, ma faremo degli annunci in futuro. Nomura: Se avessimo dedicato il tempo necessario a una singola release, molti aspetti dell’originale sarebbero stati sintetizzati. Avremmo dovuto tagliare qualcosa e non avremmo potuto aggiungere che poche novità, dunque piuttosto che realizzare un unico remake, abbiamo deciso di suddividerlo in più episodi.

Inoltre sempre dalle parole del producer e del director si evince: che il gioco verrà sviluppato in collaborazione con CyberConnect2 e altri team; non verranno utilizzati i modelli poligonali di Advent Children, vista la loro età; ci saranno tre componenti del party e si potrà passare dall’uno all’altro liberamente; il trailer mostrato alla PlayStation Experience è tutto in tempo reale; e la barra ATB sarà presente, ma in una versione modificata.

Final fantasy VII remake