In molti attendevano ulteriori dettagli su questo nuovo Need for Speed, un reboot su cui sia i fan che EA sperano molto, e pare proprio che, durante la conferenza di EA all’E3 2015, abbiano esaudito il nostro desiderio, buttando ulteriore benzina sul fuoco, rivelando parte di quello che sarà il nuovo sistema di personalizzazione delle automobili. Era evidente la volontà di Ghost Games, team composto dal 90% dai ragazzi di Criterion Games, di voler tornare ai fasti di un tempo, quando il gioco aveva praticamente tutte le carte in regola per tenere incollato il giocatore allo schermo per molte ore.

Need for Speed

Ci è piaciuto

Un tuffo nel passato, finalmente EA si è resa conto che la tendenza alle hypercar con una personalizzazione pari a 0 era la strada sbagliata per questa IP, che finalmente sembra ritornare sui propri binari con un ritorno al passato in grande stile, proponendo una personalizzazione più rapida e intuitiva e dettagliata fino ai minimi particolari.

Che linee!, oltre ad un piacevole ritorno al passato, il titolo gode di un comparto grafico davvero molto interessante e una gestione della visuale in pieno stile cinematografico.

Accontenterà tutti, il nuovo Need for Speed sembra offrire una vasta gamma di auto, a partire dalle utilitarie fino alle supercar, che potremo modificare a nostro piacimento. Insomma, potremo gareggiare con una Ford Focus e raggiungere velocità elevate.

Need for Speed

Non ci è piaciuto

Apparente assenza dei neon, non crediamo sia possibile un completo ritorno al passato senza la possibilità di installare un sistema a neon sulla propria auto. Potrebbe essere che sia una feature che si riservano di annunciare più avanti…