Bentrovato popolo afflitto dalla sindrome del tunnel carpale, quest’oggi arrivano le nostre conclusioni ed il diario della nostra esperienza alla Insert Coin – Palermo Games Convention 2015. Organizzata dalla Bauhaus Eventi abbiamo vissuto una quattro giorni dedicata interamente al videogioco, al gioco da tavolo ed ai tornei di carte collezionabili. Abbiamo deciso di scrivere una sorta di “diario di bordo” per cercare di farvi rivivere le emozioni che abbiamo vissuto noi.

Diario di Bordo PGC

Day 1 – It’s-A-me Mario

Il primo giorno si è svolto sotto il segno di Nintendo, era possibile iscriversi al torneo di Super Smash Bros., gestito dal gruppo Smash Bros Palermo e quello di Mario Kart 8 per Wii U. Non potevano certo mancare i Pokémon, anche in questo caso sono state organizzate delle competizioni sia per quanto riguarda il videogame su 3DS sia per gli amanti delle carte collezionabili, organizzati dalla Lega Pokémon di Palermo.

Abbiamo avuto l’occasione di poter intervistare Fabio Spanò, competitor ai mondiali del 2014 e del 2015 in tornei di carte Pokémon, e Tirso Buttafuoco competitor ai mondiali del 2015 per il videogioco sui Pokémon. La conferenza ha dato il via a diversi appuntamenti sul gioco e videogioco competitivo che hanno caratterizzato i giorni successivi.
A condire l’area games c’erano delle postazioni computer MSI (sponsor dell’evento) per il free play e diverse console per il retrogaming. La ludoteca Stardust ha inoltre organizzato un torneo di League of Legends che si è sviluppato lungo tutta la durata della fiera.

Diario di Bordo PGC

Day 2 – Ciò che non ti uccide…

Il secondo giorno si è aperto con la brutta notizia del forfait di croix89, lo youtuber ha dovuto disdire la sua presenza alla fiera per motivi di salute; tuttavia l’affluenza di persone non è scemata, ed i tornei sportivi di FIFA 16 e Rocket League hanno dato una scossa alla giornata (soprattutto a quella di Gabrielkennedy 47 che va alla fiera per lavorare e poi va a vincere il torneo di Rocket League).
L’organizzazione ha inoltre deciso di svolgere le premiazioni il giorno seguente rispetto alla data del torneo, ecco quindi sfilare davanti a noi i vincitori di Mario Kart 8 e Super Smash Bros., tra i premi segnaliamo un Nintendo 3DS Limited Edition a tema Dragon Ball e vari giochi, tra cui Zelda Tri-Force Heroes, nonché alcuni Amiibo di Chibi Robo.
Il secondo giorno ha visto anche l’arrivo di un gruppo di pazzi scatenati che corrispondo al nome di Nerd Attack, gli “umanoidi” provenienti da Trapani hanno rallegrato la fiera registrando video per il loro canale YouTube insieme ai ragazzi di AniMa Nerd Family – Palermo e Orgoglio Geek.

Diario di Bordo PGC

Day 3 – Botte da orbi, ricchi premi e cotillon

La terza giornata si è aperta all’insegna del competitivo per eccellenza: il picchiaduro. Ragazzi e ragazze si sono sfidati al suon di mazzate tra Tekken e Street Fighter, sono state inoltre organizzate due conferenze a tema: in una Gabrielkennedy47 ha potuto intervistare Carlo Vinci, campione nazionale di Tekken e top 8 ai mondiali in Francia. Subito dopo abbiamo potuto assistere alla conferenza di Andrea Lo Coco, top 3 allacompetizione internazionale di Street Fighter, Francesco Jacopo Lombardo, rappresentante di GEC – Giochi Elettronici Competitivi e Orgoglio Geek, in cui si è affrontato il tema del riconoscimento degli eSport a livello nazionale in Italia e nel mondo.
Abbiamo anche potuto organizzare un’intervista doppia tra Carlo Vinci e Andrea Lo Coco grazie al sostegno di Melabolgia nella raccolta di materiale ed editing video.

Subito dopo i ragazzi di AniMa Nerd Family – Palermo hanno svolto una conferenza a tema Star Wars, il nostro Inkwolf ha partecipato parlando di come l’universo inventato da George Lucas ed il mercato dei videogiochi si sono legati. Continuano inoltre le premiazioni con FIFA 16 e Rocket League, in palio un pad limted edition e due giochi per PS4 (Gabriele ancora gongola).
Diario-di-Bordo-PGC

Day 4 – Il tempo degli addii (o meglio arrivederci)

L’ultimo giorno dell’evento si è incentrato principalmente sul torneo di Hearthstone, organizzato dalla ludoteca Lost Wood, e sul retrogaming, principalmente con una perla che porta il nome di Crash Team Racing. Presi dalla nostalgia abbiamo anche potuto assistere alle premiazioni del team vincitore di League of Legends, i ragazzi di “Give me RP 4 Christmas” e dei picchiaduro del giorno precedente, tra i vincitori proprio Carlo Vinci. Dall’altro lato del padiglione impazzavano tornei di Yu-Gi-Oh! organizzati dalla ludoteca Le Magiche Occasioni.

Diario di Bordo PGCVideogiochi, competizioni e non solo

Le competizioni hanno scandito le nostre giornate ma la fiera non proponeva solo queste attività, a farci trascorrere piacevolmente le nostre quattro giornate hanno contribuito la ludoteca Camelot e lo stand di Asterion che davano l’occasione di poter provare vari giochi da tavolo (alcuni divertentissimi), qui abbiamo potuto conoscere Davide Cangemi di HeartBit Interactive, studio indipendente che permetteva di provare quattro giochi completamente made in Italy.
Ci siamo divertiti contro altri giocatori in Miner Warfare (acquistabile su Steam), abbiamo aguzzato l’ingegno in Spy Leaks e ci siamo lasciati catturare da Doom & Destiny ed il secondo capitolo Doom & Destiny Advanced (quest’ultimo in early access su Steam). Il nostro Inkwolf ci regalerà a breve un’intervista con i ragazzi di HeartBit Interactive, quindi restate sintonizzati con Gamesquare. Lo staff del Mero Mero Maid Cafèha rallegrato ragazzi e ragazze con attività e partite a Just Dance su Wii mentre chi preferiva le sfide machiavelliche ha avuto l’occasione di affrontare i maestri del circolo palermitano di scacchi.
Merita una citazione il talentuoso Cristiano Drago, che con la sua Vinyl Art ha saputo coniugare la pittura con il mondo nerd e non solo. Come ciliegina sulla torta i ragazzi di AniMa Nerd Family – Palermo hanno organizzato attività non stop per tutti e quattro i giorni della fiera.

Commento

Si conclude qui la nostra esperienza alla Insert Coin – Palermo Games Convention 2015, il nostro giudizio è positivo, ma speriamo che questo sia solo un punto di partenza per un appuntamento che ci auguriamo si ripeta con maggior forza di prima.