Il sito Gamasutra ha realizzato un corposo approfondimento sulle caratteristiche tecniche di Project Scorpio, la console presentata qualche giorno fa da Digital Foundry.

L’articolo completo, che potete trovare a questo Link, va ad approfondire alcuni aspetti legati al devkit già distribuito alle principali software house.

Tramite interviste agli sviluppatori veniamo quindi a conoscere che l’hardware che i team di sviluppo hanno in mano è leggermente più prestante rispetto a quello che arriverà sul mercato, infatti si parla di una GPU da 44 CU, un totale di 2816 core e un clock speed a 1172 MHz che portano la potenza complessiva a 6,6 TeraFlops, oltre a una memoria espansa da 24 GB GDDR5.

Come per la nuova console di Sony, anche con Microsoft gli sviluppatori dovranno gestire 2 hardware e non più uno, ma a differenza di PS4 Pro, Project Scorpio non necessiterà di patch per far girare meglio i giochi. Quest’ultimi infatti miglioreranno automaticamente le prestazioni se inseriti su Scorpio; Kareem Choudhry, software engineering di Xbox, spiega: “Potete semplicemente sviluppare sulla base dei requisiti che abbiamo adesso sull’Xbox originale e noi faremo in modo che il gioco vada comunque meglio”

Non verrà richiesto alcun lavoro aggiuntivo dunque per sfruttare al meglio la differente potenza legata al nuovo hardware.