Blizzard ci parla della nuova patch per Overwatch, attualmente ancora in fase di testing.

Le novità riguardano alcune modifiche al roster, in particolare a Genji che veniva identificato come uno dei personaggi più difficili da sconfiggere nelle sessioni competitive.

“Genji era un po’ troppo difficile da individuare e questi cambiamenti serviranno a bilanciare la sua velocità”, si legge nelle note rilasciate dagli sviluppatori. “L’abilità Swift Strike non cancella più il tempo di ricarica da un attacco rapido corpo a corpo, pertanto i giocatori non saranno in grado di ottenere un attacco melee gratuito prima di sfruttare Swift Strike. Infine la durata di Dragonblade era sufficientemente lunga da rendere spesso troppo difficile controbattere, ed è stata quindi ridotta da otto a sei secondi di durata”.

Altre modifiche riguardano Zenyatta, che ha ricevuto una diminuzione di potenza dell’abilità Orb of Discord. L’incremento del danno è stato diminuito dal 50% al 30%. L’attacco Orb of Destruction ha invece ottenuto un aumento del danno da 40 a 46. Le novità apportate a Mei le permettono di espandere il raggio della sua ultimate fino a 10 metri, potendo anche rompere barriere come lo scudo di Reinhardt. Sono state apportate variazioni per Mercy, che risultava meno efficace nella strategia di supporto rispetto a Lucio e Zenyatta. Il suo raggio curativo è quindi stato incrementato del 20%.

overwatch-2