Crytek ha aperto la GDC 2016 annunciando l’arrivo di CryEngine V, la nuova versione più accessibile e potente del proprio tool di sviluppo.
Questo engine debutta con un modello di business “Pay What You Want”, offrendo agli sviluppatori l’accesso totale al codice sorgente completo e alle feature del motore a seconda del budget, senza l’obbligo di pagare royalty.
Gli utenti che decidono di contribuire possono allocare fino al 70% della somma al nuovo programma Indie Development Fund di Crytek, destinato ai progetti indie più promettenti.
Il motore di Crytek consentirà anche lo sviluppo VR per tutti i visori annunciati nel mercato. Ecco alcune delle novità introdotte:

  • C # Enabled
  • Low Overhead Renderer rielaborato
  • Supporto DirectX 12
  • Volumetric Cloud System Avanzato
  • Nuovo Particle System:
  • Un nuovo launcher e interfaccia utente
  • Supporto di FMOD Studio
  • CryEngine Answers