La nuova espansione dedicata all’immortale MMORPG di Blizzard, uno dei suoi titoli più importanti, vediamola insieme

Data di uscita 13 Novembre 2014
Genere MMORPG
Modalità di gioco Multiplayer
Piattaforme PC
Sviluppato da Blizzard Entertainment
Distribuito da Blizzard Entertainment
Versione testata PC
wow warlords of draenor cover

La Blizzard è in procinto di festeggiare il decimo anniversario dall’uscita di World of Warcraft sul mercato. Per farlo ha programmato la release della sesta e penultima espansione del suo immortale MMORPG, Warlords of Draenor, proprio per il giorno dell’anniversario del gioco, il 13 Novembre.
Un’espansione che ha un obiettivo ben preciso, riportare il famoso brand al suo antico splendore. Noi siamo riusciti ad accedere alla beta di questa colossale espansione e siamo rimasti scioccati dalla mole di novità ed aggiornamenti che verranno introdotti.
Ma bando alle ciance e vediamo insieme di cosa è stata capace mamma Blizzard.

screen-1 anteprima

Tonnellate di novità e aggiornamenti

Con il rilascio di questa nuova espansione ci sarà il ritorno del classico gameplay hard-core che ha caratterizzato WoW per molti anni. Questo significa che per accedere a buona parte dei contenuti end-game sarà necessario spendere moltissime ore di gioco. Non vi spaventate, il tutto verrà accompagnato da altrettanti contenuti accessibili, anche per coloro che non hanno molto tempo da dedicare ai videogiochi.
Questa espansione si differenzia dalle altre non tanto per le novità che porta, bensì per gli aggiornamenti e i rinnovamenti che introdurrà. Nella versione live del gioco sono stati aggiornati i modelli di quasi tutte le razze presenti in World of Warcraft: Elfi della notte, Orchi, Umani, Non-morti, Draenei, Goblin, Troll, Nani, Gnomi e Tauren.
Sarà presente una nuova terra, Draenor, dove poter salire di livello, accompagnati dalla trama del gioco che, come in Pandaria, è più coinvolgente ed effettivamente presente nelle missioni che ci verranno assegnate.
Con una nuova zona esplorabile non potevano di certo mancare nuovi dungeon ed incursioni, che trovano posto in questo nuovo aggiornamento.

Altre interessantissime novità sono la semplificazione ed il ribilanciamento di tutte le classi presenti nel gioco.
Verranno eliminate, sostituite o modificate alcune abilità per ogni classe, specialmente i Crowd Control che erano diventati troppi ed eccessivamente durevoli.

screen-2 anteprima

Come abbiamo accennato all’inizio dell’articolo, in Warlords of Draenor il level cap è stato aumentato al livello 100, rispetto al 90 dell’espansione Mists of Pandaria. In questi dieci livelli aggiuntivi verranno introdotte nuove abilità e talenti.

Uno degli aggiornamenti più importanti è l’integrazione delle Guarnigioni: un sistema che ci permetterà di possedere e amministrare una fortezza tutta nostra, dove potremo scegliere finanche le strutture da costruirci all’interno. Verremo attaccati di tanto in tanto e potremo difenderci, facendo iniziare una sorta di istanza da giocare da soli, con tanto di boss finale.
All’interno della roccaforte è presente un NPC che ci introdurrà al nuovo sistema dei Seguaci, gestendoli in missioni dedicate. Essi, come il nostro personaggio, possono salire di livello, fino ad un massimo di 100 partendo dal 90. Mano a mano che completeranno le missioni che noi gli ordineremo di svolgere riceveranno esperienza e saliranno di livello e forza, inoltre alcune di queste missioni permettono di ottenere parti d’equipaggiamento raro o oggetti accessibili solo mediante questo sistema.

Mediante alcune delle strutture disponibili, è possibile sbloccare alcuni achievements, cavalcature e molto altro ancora.

Le novità non finiscono qui, potete consultare la pagina ufficiale completa e dettagliata con le novità e modifiche apportate al gioco.

screen-3 anteprima

Quel che non muore, si rinnova

Dopo ben dieci anni dalla release, World of Warcraft, si mostra ancora in ottima forma per un MMORPG. Questo grazie all’aggiornamento graduale negli anni delle texture e dei modelli presenti nel gioco. La terra di Draenor si presenta con panorami mozzafiato e soundtrack epiche.

screen-4 anteprima

Ci è dispiaciuto quando abbiamo appreso che l’aggiornamento grafico non comprende anche le vecchie mappe ed equipaggiamenti. Certo, si tratta di un lavoro immane, ma avrebbe di certo portato giovamento e attratto ulteriormente i vecchi giocatori, che attendono con ansia questa nuova espansione.

I modelli dei personaggi si sono finalmente uniformati, dopo anni che erano presenti alcuni modelli di infima qualità rispetto al contesto. Le texture non sono straordinarie, ma pienamente coerenti con il mondo di gioco e le animazioni sono veramente ben realizzate e varie. Come per ogni espansione di World of Warcraft che si rispetti, ci saranno nuovi set e una miriade di nuovi modelli di armature, sempre più animati e rifiniti. Per ultime, ma non per questo meno importanti, verranno aggiunte nuove cavalcature, più appariscenti e dettagliate.

Commento

World of Warcraft è pronto a ritornare in grande stile nella scena videoludica mondiale. Dopo le ultime due espansioni, che hanno deluso i giocatori, la Blizzard si è resa conto che lo stile di gioco casual non è adatto al suo titolo, ed ha quindi reinserito il caro e vecchio approccio hard-core dei tempi di Vanilla e The Burning Crusade.
Insomma, questa espansione ha tutti i crismi per far risuscitare la creatura assopita di Blizzard, che in questi ultimi anni sembrava andare allo sbando.