Welkin Road presenta un intrigante connubio tra Parkour e Platform, scopriamo insieme di cosa è capace!

Data di uscita 13 Aprile 2016 (Early Access)
Genere Platform, Puzzle
Modalità di gioco Singleplayer, Multiplayer
Piattaforme PC (Windows)
Sviluppato da Gregor Panič
Distribuito da Nkidu Games
Versione testata PC
cover

Chi ha mai detto che un solo uomo non possa essere in grado di creare un videogioco interessante e, a suo modo, innovativo? Beh, se qualcuno di voi lo pensa, si sbaglia di grosso. Welkin Road, sviluppato interamente da Gregor Panič, gameplay programmer sloveno, è uno di quei giochi che, nonostante il budget, riesce a mettere sul piatto un gameplay veramente interessante ed un design chiaramente ispirato a Mirror’s Edge. Il titolo è stato da poco pubblicato in Early Access, quindi non è ancora completo, ma è comunque in grado di regalare svariate ore di gioco.

Welkin Road

Che la sfida abbia inizio!

Welkin Road non è un Platform che si contraddistingue per la storia profonda o la trama intricata, anzi per ora ne è del tutto privo (potrebbe essere inserita in futuro), bensì per il suo stile di gioco: Panič è stato in grado di creare, prendendo chiaramente spunto da altri giochi parkour, un gameplay inaspettatamente profondo, che se un in un primo momento sembra semplice, con il progredire dei livelli acquisisce via via complessità. Il nostro personaggio, non è chiaro se questo sia uomo o donna, è in grado di compiere alcune semplici azioni: saltare, correre, camminare lentamente, correre sui muri, saltare dai muri, chinarsi, cambiare direzione mentre è in aria e, soprattutto, è dotato di due “guanti” che gli permettono di creare un collegamento con dei globi per compiere dei salti incredibilmente lunghi e ad effetto. Se queste funzioni base vi sembrano poche, aggiungeteci quelle date dalle combinazioni e dallo sfruttamento della fisica, necessarie per proseguire nel gioco. O impari a farle o ti blocchi. È qui che alcuni potrebbero storcere il naso, dato che si tratta di un gioco che richiede una certa dose di abilità ed impegno, senza i quali diventa quasi impossibile portare a termine i livelli.Welkin Road

Attualmente su Welkin Road sono presenti 12 livelli, in grado di prendersi più di 7 ore di gioco. I primi livelli si riescono ad affrontare senza troppi problemi, ma è da quando si arriva al quarto che le cose iniziano a farsi interessanti; dovremo iniziare ad impegnarci seriamente su come poter superare ogni puzzle senza “morire” troppe volte, perché ogni volta che si cade si perdono 100 punti. Come giusto che sia per un platform basato sul gameplay e l’abilità del giocatore, al termine di ogni mappa ci verrà assegnato un punteggio in base al tempo che abbiamo impiegato, la distanza percorsa, la velocità media, il numero di respawn e i segreti scoperti. Questi ultimi ci sono risultati particolarmente difficili da raggiungere, spesso anche solo da trovare, e non sono altro che dei globi nascosti nella nebbia e piazzati in posti quasi impensabili.
Se invece siete più interessati alle sfide e siete sicuri di saper giocare, potete mettervi alla prova nella modalità Speedrun, dove le vostre nemesi saranno il tempo e gli altri giocatori.

Indie, ma niente male

Welkin Road è senza ombra di dubbio un indie, ma l’impianto grafico non è di certo dei peggiori: si riesce a giocare senza alcun problema con settaggi al massimo, d’altronde si basa sul motore grafico Unity, e, nonostante le animazioni non siano delle migliori, la spettacolarità dello stile di gioco ci tiene incollati a saltare a destra e a manca come degli ossessi. L’ambientazione, come già accennato in precedenza, è chiaramente ispirata a Mirror’s Edge: è contraddistinta da una forte presenza del bianco, affiancato dal colore assegnato ad ogni specifico livello, e dalla perenne sensazione di trovarsi sospesi nel cielo, al di sopra delle nuvole.

Welkin Road

Commento

Gregor Panič sta riuscendo con successo a far convivere le meccaniche da parkour con il genere platform, grazie ad un gameplay semplice e allo stesso tempo profondo, che richiede una certa dosa di abilità per essere adoperato con dimestichezza. L’ambientazione è piuttosto essenziale, però è riuscita comunque ad affascinarci con i suoi colori sgargianti e le forme geometriche sparse ovunque. Certo, non si tratta di un prodotto molto appetibile per gli amanti delle storie, ma se amate i titoli con un gameplay variegato e le sfide contro se stessi e gli altri, qui ne troverete senz’altro a palate.