Alla gamescom 2016 abbiamo partecipato alla presentazione di Vampyr, il nuovo action RPG sviluppato da Dontnod, ecco la nostra anteprima.

Data di uscita 2017
Genere Action RPG
Modalità di gioco Singleplayer
Piattaforme PC, PlayStation 4, Xbox One
Sviluppato da Dontnod Entertainment
Distribuito da Focus Home Interactive
Versione testata //
Cover

Dontnod Entertainment è stata colpita in pieno dal misterioso e oscuro fascino dei vampiri, infatti il loro nuovo progetto, Vampyr, ha come protagonista proprio uno di questi famelici succhiasangue. Per creare questa nuova IP, gli sviluppatori si sono ispirati alla cosiddetta “febbre spagnola” che si propagò a Londra nel 1918, con la differenza che qui il virus trasforma le persone in vampiri. Vediamo insieme cosa hanno in serbo per noi i ragazzi di Dontnod.

Vampyr-3

La scelta migliore è quella peggiore

La nuova creatura dello studio francese eredita alcuni degli elementi RPG che hanno contraddistinto la prima stagione di Life is Strange, tra cui la possibilità di parlare con le persone ed ottenere così nuove opzioni di dialogo che permetteranno di accedere alle informazioni più importanti o a delle azioni particolari da far eseguire agli NPC. I residenti della città che ancora non sono stati infettati e che non sono cacciatori di vampiri saranno molto importanti ai fini del gioco: ognuno di essi ha la sua storia personale, che ci sarà possibile approfondire mediante un pannello dedicato che ci fornirà tutte le informazioni, tra cui anche la sua schiera di relazioni con altri cittadini. Una cosa veramente molto interessante è che ogni cittadino reagirà in modo diverso a seconda di quali scelte si compieranno. Questo è senz’altro uno dei focus del gioco, ma se da una parte Vampyr sembra darci carta bianca su quali scelte compiere in ogni situazione, dall’altra verremo spinti ad uccidere tutti i cacciatori di vampiri che si pareranno sulla nostra strada. Questo perché per salire di livello è necessario succhiare del buon sangue ed accumulare l’esperienza che si ottiene uccidendo gli avversari. Si tratta forse del lato più negativo del gioco: non è possibile approcciarsi ad esso come se fosse uno stealth, evitando quindi gli scontri o utilizzando delle mosse in grado di stordire anziché uccidere, ciò avrebbe probabilmente reso il gameplay più coerente alla tematica; anche se in effetti non lo si può definire un vero e proprio difetto. Il sistema di combattimento, come riportato dallo sviluppatore, è incentrato sulla tempistica e il posizionamento, a guardarlo bene il combat system potrebbe essere assimilato a quello di un Souls.

Vampyr galleriaVampyr, al contrario dei più comuni RPG, non è improntato sullo stereotipo dell’eroe buono e magnanimo, bensì su una sequela di scelte ambigue, che non sono né buone e né cattive, ma che spesso e volentieri si sbilanciano verso il “male”.
A fare da sfondo allo svolgersi della trama c’è Londra, in una versione in stile dark e piuttosto decadente caratterizzata da una palette cromatica scura e tetra, che combacia perfettamente con la scelta degli sviluppatori di far sviluppare la storia esclusivamente di notte. Ma il gioco non si limiterà a farci percorrere dedali di vicoli e strade, potremo, sfruttando la natura del protagonista, entrare nelle case dei cittadini e nel corso dei combattimento sarà possibile spostarsi anche in verticale, anche se in modo limitato.
Dal punto di vista meramente visivo, Vampyr è particolare per via del suo stile, che è una via di mezzo tra il cell shading e il fantasy, in generale si tratta di un prodotto che soddisfa anche la vista, al momento non ci resta che fidarci degli sviluppatori ed attendere una build più avanzata da poter toccare con mano.

Vampyr Artwork

Commento

Vampyr è un action rpg molto interessante che potrebbe candidarsi senza troppi problemi al ”Best of gamescom”, il miglior gioco della fiera. Lodevole il coraggio dei developer di inserire tematiche abbastanza sensibili, cosa peraltro già fatta con Life is Strange, e di inoltrarsi in un territorio per loro ancora inesplorato, quello degli action RPG, Quanto mi è stato mostrato alla presentazione è stato più che soddisfacente, anche se la mancanza di meccaniche di gioco stealth vere e proprie mi ha lasciato un po’ perplesso. Non ci resta che augurarci di poter vedere una versione più avanzata per provarla con mano.